3 mesi di #PAsocial, il network delle citazioni su Twitter

#PASocial è l’hashtag che riunisce il gruppo di lavoro formato da comunicatori, capo uffici stampa e social media manager del Governo, Presidenza del Consiglio e Ministeri, sia a livello centrale che sui territori.

La visualizzazione interattiva di social network analysis qui sotto rappresenta le conversazioni su Twitter in cui si cita #PASocial da giugno a oggi. I nodi rappresentano gli utenti e gli hashtag più citati (>5 citazioni). La grandezza dei nodi dipende dal numero di utenti che li citano, i legami tra i nodi rappresentano le citazioni. Cliccate su un nodo per vedere chi cita e da chi è citato.

I Ministeri sono gli enti pubblici più coinvolti, in primis il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, seguito dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Nel caso del MIUR va sottolineato che la maggioranza delle citazioni proviene dal gruppo di lavoratori precari dell’istruzione organizzati intorno all’hashtag #CoCoCODM66_2001, rintracciabile nel cluster in alto a sinistra.

Francesco Di Costanzo, promotore del gruppo #pasocial, direttore di cittadiniditwitter.it e Collaboratore per la comunicazione della struttura #italiasicura della Presidenza del Consiglio dei Ministri, seguito da Marco Laudonio, giornalista dell’Huffington Post e coordinatore editoriale del sito del Governo italiano e social media manager di Palazzo Chigi durante il Governo Letta, e Giuseppe Ariano, attualmente Social Media Strategist della Galleria degli Uffizi e in passato redazione dei social network del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo.

I temi più discussi sono gil eventi, in primis la Social Media Week in corso in questi giorni a Roma, che ospita la Pa Academy, l’incontro di Napoli su Lavoro, Servizi e Innovazione del 6 luglio scorso e la Giornata Internazionale del Bacio, rilanciata dal MiBact con i suoi tweet sul bacio nell’arte.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *