Il tweet storm su #stopglifosato e gli influencer del green su Twitter

Il glifosato è il diserbante più usato al mondo. Recentemente è stato indicato come potenzialmente cancerogeno dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC), mentre L’Agenzia europea delle sostanze chimiche (ECHA) ha deciso di non classificarlo tra le sostanze cancerogene. Recentemente Monsanto, che commercializza il glifosato, ha dovuto pubblicare un comunicato in cui negava le voci che lo davano come vera causa dell’epidemia di microcefalia in Brasile attribuita al virus Zika, ne avevo parlato qui.

In occasione del voto del 5 ottobre sul rinnovo dell’autorizzazione UE all’utilizzo dell’erbicida, il 3 ottobre è stato lanciato un tweet storm per invitare i politici coinvolti, in particolare il Pres. del Consiglio Gentiloni e i Ministri Lorenzin, Martina e Galletti a votare no.

Ho raccolto i circa 3600 tweet che hanno aderito all’iniziativa. Di questi circa 2300 (più di 2/3) sono retweet. Chi scrive è convinto che la mappa dei retweet sia la visualizzazione più efficace della rete degli influencer intorno a un determinato tema*. La network analysis del tweet storm ci offre quindi uno sguardo sui protagonisti del verde nel dibattito su Twitter in Italia, o quantomeno quelli che in questa occasione specifica hanno generato il maggior coinvolgimento.

Greenpeace emerge subito come il soggetto più ripreso, forte anche, a differenza delle altre associazioni, del seguito dell’area gravitante intorno al M5S (colorata nel grafico in verde).

In violetto le altre associazioni promotrici: Legambiente, FAI, Lega Italiana Protezione Uccelli e Slowfood Italy, tutte collegate fra loro soprattutto grazie al lavoro del più attivo tra i twittatori, Francesco Ferrante di Legambiente.

Poco distante l’area più specifica dell’agricoltura biologica, colorata in celeste e rappresentata dalla Federazione Italiana Agricoltura Biologica e Biodinamica e da Cambia La Terra.

Un ruolo a parte lo gioca il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina, che twitta a favore dell’iniziativa proprio durante il tweet storm e si conquista subito la seconda posizione tra i più ritwittati:

* La grandezza dei nodi riflette il numero di utenti che li ritwittano sul tema analizzato, il loro colore la community a cui appartengono. I collegamenti tra i nodi rappresentano i retweet tra utenti, lo spessore dei collegamenti il numero di retweet tra i due utenti. La visualizzazione interattiva permette lo zoom nelle aree del grafico, cliccando su un nodo si può vedere chi ha ritwittato e da chi è stato ritwittato.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *