L’Italia gay-friendly su Twitter

Sabato l’Italia è scesa in piazza a supporto del ddl Cirinnà sulle unioni civili. Il successo della manifestazione (più di 1 milione di manifestanti in 98 piazze secondo gay.it) è stato bissato su Twitter: più di 100 mila tweet tra sabato e domenica citano #svegliaitalia o #svegliatitalia, con il supporto di importanti personalità e organizzazioni.
Scopriamo tra queste voci quali sono state le più incisive osservando la mappa dei rewteet: i nodi rappresentano gli utenti, la loro grandezza dipende da quanti utenti li hanno ritwittati, un legame tra i nodi uno o più retweet tra i due utenti. Cliccando su un nodo potete analizzare nel dettaglio le sue relazioni. Nel box in alto è possibile cercare un utente.

Il contributo maggiore proviene dal mondo della canzone italiana, da Fedez a Elisa Toffoli, dal campione di X-Factor 2013 Michele Bravi alla vincitrice di Amici e Sanremo Emma Marrone. Anche se con forme nuove rimane saldo il legame della musica con la liberazione sessuale e la lotta per i diritti civili.
Simpatico capolavoro di realtime marketing per il fake Apple Italia: “Noi siamo contrari solo alle unioni tra uomini e cellulari Android”… C’ero cascato anche io!
I politici più in vista sono Giuliano Pisapia, Deborah Serracchiani e Nichi Vendola
Una citazione a parte la meritano le nuove star del web: blogger, Youtuber, Instagrammer o qualsiasi sia il social scelto per dialogare con il proprio unico pubblico, i loro avatar popolano una nuova sfera pubblica che ci auguriamo regali nuova linfa al dialogo e al progresso nei diritti. Tra loro i più ripresi sono Leonardo De Carli, Cleo, Utopia e Alice Venturi.



Una replica a “L’Italia gay-friendly su Twitter”

  1. […] stati numerosi gli endorsements anche da parte dei web influencers , e vi allego questo link dove è presente la mappa di chi ha contribuito più alla causa via Twitter, solo per farvi avere […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *