Su Twitter pensiero unico contro lo #iussoli

Il 19 agosto il Premier Gentiloni, al Meeting per l’amicizia fra i popoli di Comunione e Liberazione a Rimini, rilancia sullo Ius Soli, l’acquisizione della cittadinanza per i nati sul territorio nazionale. In breve #IusSoli entra nella top ten dei trending topic, e nella settimana a venire rientra nella classifica diverse volte, generando in 10 giorni quasi 30 mila tweet.

Se analizziamo la risposta di Twitter alle parole del premier i numeri parlano chiaro: il fronte del no alla proposta del Governo, guidato dai leader e dagli influencer di Twitter dell’estrema destra, appare compatto e dilagante. Questa è la mappa degli utenti più ritwittati*:

Il più moderato è il Presidente della Lega Salvini, che prepara i leghisti a una raccolta di firme in caso passi la legge, mentre ai vertici della classifica troviamo posizioni più estremiste, che si agganciano a fatti di cronaca come gli attentati di Barcellona o lo stupro di Rimini per affermare l’equazione tra migranti e terroristi o stupratori. Il tweet più ritwittato è quello di Di Stefano di Casa Pound, che declina il mantra Prima agli Italiani associando alla proposta di legge le macerie di Amatrice.

Lo Ius Soli viene spesso identificato con gli interessi del Pd, che è praticamente assente dalla rete di retweet, ma non vengono risparmiate forti critiche nemmeno a Papa Francesco, intervenuto sul tema. Le uniche voci di rilievo in difesa del diritto, rintracciabili nella parte in basso del grafico, provengono dal Manifesto (Mauro Biani) e dal fake Marlon Brandy.

Questi i dieci tweet più ritwittati:

* I nodi della rete rappresentano gli utenti di Twitter, la grandezza dei nodi riflette il numero di utenti che li ritwittano su questo tema, i collegamenti tra i nodi rappresentano i retweet tra utenti, il loro spessore il numero di retweet tra i due utenti.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *