Il lancio di Sinistra Italiana e la geografia del consenso su Twitter: sostenitori, detrattori e sarcastici

Un retweet non è un’intenzione di voto, ma di sicuro una manifestazione di supporto. Le mappe dei retweet possono quindi essere utili per disegnare una geografia del consenso e identificare gli influencer nella conversazione su un determinato tema.

Il lancio di Sinistra Italiana lo scorso sabato non ha avuto una grande visibilità su Twitter: 13 mila tweet fino alle 11 di oggi che citano #sinistraitaliana o “sinistra italiana”.

Analizziamo il grafico di rete degli utenti più ritwittati:

I nodi rappresentano gli utenti ritwittati da almeno 5 persone, la grandezza dei nodi dipende dal numero di retweet ricevuti, un collegamento rappresenta un retweet. Scorrete e ingrandite per esplorare il network, cliccate sui singoli nodi per vedere chi ritwittano e da chi sono ritwittati. Inserite un termine nel box di ricerca in alto per cercare tra i nodi.

Al centro del grafico identifichiamo facilmente i due sostenitori principali del progetto, Stefano Fassina e Nichi Vendola, ma intorno a loro sono pochi i nomi di spicco che emergono fra i sostenitori. Il Fatto Quotidiano (con il tweet sul Quirino strapieno e i comizi per strada) è la voce più autorevole, e si distinguono Arturo Scotto (che twitta in difesa dei manifestanti di Bologna) e Monica Gregori.

Più ripresi i tweet sarcastici di Arsenale Kappa e Renzo Mattei, intorno a cui si aggregano la maggior parte dei critici del progetto. I toni dell’ironia sono diversi: più pungente quella di Arsenale Kappa, e infatti gli è vicina l’area del Movimento 5 Stelle (con Antonio Bordin e Ghita Iacono in prima fila), più disimpegnata quella di Renzo Mattei e del fake analogo Gianni Cuperio.

A seguire i tweet più ripresi:


https://twitter.com/BeatricedimaDi/status/663129505431724032



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *